Certificazione di accuratezza

in diagnostica mammografica

 
 

La Scuola, da oltre trent’anni impegnata a favorire la crescita professionale degli specialisti in radiologia che si dedicano alla senologia, propone una prova di refertazione mammografica, sviluppata e validata dal Consiglio Scientifico, basata su un campione significativo di esami eseguiti in donne asintomatiche sia nella pratica clinica quotidiana che in ambito di screening.

Il test fornisce un risultato in termini di autovalutazione mediante la stima della sensibilità e delle specificità a partire da una valore soglia determinato mediante validazione dello stesso test da parte di un campione di esperti (gold standard). Il raggiungimento di un punteggio soglia consente il rilascio di una  certificazione di accuratezza diagnostica in mammografia. 

Tutor e Responsabile del progetto: dott.ssa Doralba Morrone 

Come si svolge: il test prevede la refertazione a monitor di 120 esami mammografici. Nel set sono presenti casi positivi rappresentati con maggior frequenza rispetto a quanto atteso in una serie di mammografie cliniche o di screening nella normale attività di refertazione del radiologo senologo. Inoltre i casi negativi risultano tali con un follow-up minimo di due anni. Il tempo necessario per completare la prova è complessivamente di circa 4 ore. Il test può essere eseguito anche in più riprese previo accordo con il Tutor.

Comunicazione del risultato: l’esito viene comunicato in forma scritta all’interessato entro 20 giorni dall’effettuazione della prova

Dove si svolge: Villa Donatello, Firenze. 

Richieste di partecipazione: vanno inviate per mail alla Scuola indicando il periodo preferenziale nel quale svolgere il test. La segreteria provvederà ad organizzare la prova cercando nei limiti del possibile di conciliare le richieste con la disponibilità della struttura ospitante e del Tutor. 

Quota di iscrizione: 250,00 €.  

La certificazione: A tutti coloro che superano il test viene rilasciata una certificazione da parte della Scuola. In caso di mancato raggiungimento della soglia necessaria per ottenere la certificazione è possibile richiedere di ripetere la prova ma non prima di sei mesi.